Per accedere alla scheda di presentazione di ogni partner, clicca sulla bandierina corrispondente sulla cartina.

Partner

Il consorzio InnoVine è composto da 27 partner e riunisce le competenze di oltre 100 ricercatori o produttori specializzati nel campo della vitivinicoltura. I partner provengono da 7 paesi europei, dove è concentrata gran parte della superficie vitate europea con condizioni contrastanti a livello ambientale, economico e sociale.

I team partecipanti coprono un’ampia serie di discipline scientifiche nel campo della viticoltura (per es. genetica e selezione della vite, fisiologia, ecologia, epidemiologia, patologia) e presentano competenze tecniche in statistica, fenotipizzazione, database, modellizzazione, DSS e sviluppo di dispositivi di monitoraggio. I partenariati sono, all’incirca, metà pubblici e metà privati, incluse PMI, una grande azienda vinicola e un vivaio cooperativo.



Contatto



Mr. Reinhard Töpfer
JKI-Institute for Grapevine Breeding Geilweilerhof
76833 Siebeldignen
Germania
Tel. +49 634 541 115
Sito : www.jki.bund.de

Julius Kühn-Institut (JKI)

Competenze

JKI Geilweilerhof è un istituto pubblico di selezione della vite, fondato da Ministero tedesco federale dell’Agricoltura, Alimentazione e Protezione dei Consumatori. La sua missione è selezionare nuove cultivar di vitigni, abbinando le qualità per l’ottenimento di vino di alta qualità e la resistenza alle malattie fungine per una viticoltura sostenibile in Germania. Gestisce, inoltre, il deposito dei vitigni tedeschi, comprendente circa 3000 accessioni. Oltre il 50 % della collezione consiste di genotipi che presentano resistenze e la maggioranza ha origine dai vitigni American Vitis. Coordina la Deutsche Genbank Reben e dirige le banche dati internazionali sulle risorse genetiche (www.vivc.de e www.eu-vitis.de). Nel suo programma di selezione, l’istituto applica la selezione assistita da marcatori. Sono stati sviluppati con successo marcatori per l’oidio, la peronospera e la fillossera.

Ruolo

Nel WP1, il JKI verificherà e contribuirà a migliorare strumenti non-distruttivi di fenotipizzazione. Nel WP2, il JKI fornirà ai vigneti cultivar e  ceppi di varietà selezionate dopo test a regimi diversi di protezione della vite. Un secondo esperimento metterà a confronto diversi sistemi di gestione. Nel WP3, il JKI-Gf parteciperà allo sfruttamento di risorse genetiche, sviluppo di marcatori e produzione di materiale vegetale per il pre-breeding comune.

Responsabili partecipanti


Il Dott. R. Töpfer è direttore dell’Istituto per la Selezione della Vite Geilweilerhof e coordinerà il team. I suoi interessi principali sono la selezione della vite, la genomica e le risorse genetiche della vite.


Il Dott. R. Eibach è selezionatore di viti e tecnico viticolo. Dirige il programma di breeding. L’applicazione della MAS (selezione assistita da marcatori) è diventata una procedura di routine. Realizza esperimenti in campo mettendo a confronto cultivar e condizioni di gestione.


Il Prof. Eva Zyprian (PhD) è docente al KIT. Ha realizzato le prime mappe genetiche e ha fatto da pioniere creando nuovi sistemi di marcatori. Si interessa particolarmente di mappatura genetica e dissezione molecolare dei caratteri. Ha coordinato il progetto GRASP della KBBE.


Il Dott. L. Hausmann sta lavorando in campo genomico per rivelare un locus associato alla fillossera su vigne di V. cinerea e sull’identificazione di loci di resistenza al marciume nero. E’ un partner nel progetto trilaterale GrapeReSeq.

Risorse materiali

Il JKI-Gf gestisce circa 20 ha di vigneti e un deposito con oltre 3000 cultivar, ceppi di varietà e specie di Vitis selvatiche. In tale deposito della vite, da oltre 10 anni, viene fatta la fenotipizzazione per la resistenza alle malattie fungine. Sono inoltre disponibili strutture sia per la genotipizzazione (ABI 3130xl) sia per la trascrizione e le analisi SNP (Fluidigm Biomark). La fenotipizzazione in campo è fatta conformemente ai criteri OIV e per la qualità del vino usando l’analisi FTIR del mosto, GC e GC/MS per le componenti aromatiche, LC per gli aminoacidi e l’antocianina.

 
 
European Union
Innovine Innovine è un progetto collaborativo europeo che ha ricevuto finanziamenti dal Settimo programma quadro dell'Unione europea per la ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione con la convenzione di sovvenzione n° 311775.
Note legali - Mappa del sito  - copyright Innovine ©2013