Per accedere alla scheda di presentazione di ogni partner, clicca sulla bandierina corrispondente sulla cartina.

Partner

Il consorzio InnoVine è composto da 27 partner e riunisce le competenze di oltre 100 ricercatori o produttori specializzati nel campo della vitivinicoltura. I partner provengono da 7 paesi europei, dove è concentrata gran parte della superficie vitate europea con condizioni contrastanti a livello ambientale, economico e sociale.

I team partecipanti coprono un’ampia serie di discipline scientifiche nel campo della viticoltura (per es. genetica e selezione della vite, fisiologia, ecologia, epidemiologia, patologia) e presentano competenze tecniche in statistica, fenotipizzazione, database, modellizzazione, DSS e sviluppo di dispositivi di monitoraggio. I partenariati sono, all’incirca, metà pubblici e metà privati, incluse PMI, una grande azienda vinicola e un vivaio cooperativo.



Contatto



Dr Anne-Françoise Adam-Blondon
INRA Centre de Versailles, URGI Bâtiment 18
Route de Saint-Cyr, RD10
78026 Versailles cedex
Francia
Tel. +33 130 833 749
Sito: www.inra.fr

Institut National de Recherche Agronomique

Competenze

L’INRA è l’istituto leader in Europa e secondo a livello mondiale nel campo delle pubblicazioni di ricerca in agricoltura, scienze animali e vegetali. Otto unità di ricerca offrono al progetto InnoVine competenze multidisciplinari in materia di modellizzazione dello sviluppo vegetale rispetto all’ambiente, comprensione delle basi genetiche dell’adattamento vegetale e progettazione di sistemi viticoli sostenibili. 

Ruolo

L’INRA è il coordinatore di InnoVine (WP7). L’INRA contribuirà alla modellizzazione della qualità in risposta alle condizioni ambientali, come base per il monitoraggio e l’ottimizzazione della qualità delle bacche in campo (WP1), allo screening di materiale genetico che si adatta meglio (WP3), allo sviluppo di pratiche durevoli per la diminuzione dell’uso di pesticidi in viticoltura (WP2) e alla creazione e valutazione di nuovi sistemi viticoli (WP4).

Responsabili partecipanti


La Dott.ssa. Anne-Françoise Adam-Blondon è vice direttore del Dipartimento di Genetica e Selezione Vegetale all’INRA. Ha fortemente contribuito allo sviluppo di risorse genomiche per la vite. Dal 2002 al 2010 ha coordinato la ricerca sulla vite all’INRA ed è stata recentemente incaricata della presidenza dell’IGGP. Come membro del comitato scientifico dell’ IFV, è interessata ad affrontare le sfide poste alla viticoltura. Dal 2010 si occupa di formazione in genomica per agronomi.


Il Dott. François Delmotte è un fitopatologo che si occupa dell’evoluzione delle popolazioni di patogeni vegetali in rapporto a pressioni selettive esercitate dalla protezione della pianta (resistenza genetica, pesticidi, ecc.). L’unità SAVE, alla quale appartiene, si prefigge di sviluppare strategie durevoli per la protezione della vite, abbinando le competenze dei fitopatologi e degli agronomi.


Il Dott. Didier Merdinoglu coordina la rete di ricerca genetica sulla vite dell’INRA. Ha 12 anni di esperienza nel campo della genetica e della selezione delle viti, volte a migliorare la resistenza alle malattie e la composizione delle bacche. Nel 2000, ha lanciato un programma di selezione della vite, il cui obiettivo era di creare nuove varietà durevolmente resistenti, sfruttando fonti di resistenza multiple e basandosi sull’associazione della selezione assistita da marcatori, rapidi metodi di screening e prove in campo in una rete sperimentale multisito.

Risorse materiali

L’INRA ha fatto da pioniere nello sviluppo della pianta virtuale (TOP-VINE) e di modelli per le colture (STICS) adatti alla vite, che permettono di abbinare simulazioni ed esperimenti in campo. L’INRA dispone di molte stazioni sperimentali sul campo consacrate alla vite (stazioni partecipanti a InnoVine: Bordeaux con le prove in campo dedicate allo studio delle conseguenze del cambiamento climatico su 52 genotipi e alla viticoltura a basso input con genotipi resistenti, Pech-Rouge con prove in campo di nuovi sistemi di viticoltura per la zona mediterranea e Vassal con la collezione di germoplasma di vite più vasta al mondo). Infine l’INRA gestisce strutture dedicate al profiling di polifenoli e tannini e alla valutazione quantitativa ad alta densità della resistenza alle malattie fungine in condizioni controllate.

 
 
European Union
Innovine Innovine è un progetto collaborativo europeo che ha ricevuto finanziamenti dal Settimo programma quadro dell'Unione europea per la ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione con la convenzione di sovvenzione n° 311775.
Note legali - Mappa del sito  - copyright Innovine ©2013