Per accedere alla scheda di presentazione di ogni partner, clicca sulla bandierina corrispondente sulla cartina.

Partner

Il consorzio InnoVine è composto da 27 partner e riunisce le competenze di oltre 100 ricercatori o produttori specializzati nel campo della vitivinicoltura. I partner provengono da 7 paesi europei, dove è concentrata gran parte della superficie vitate europea con condizioni contrastanti a livello ambientale, economico e sociale.

I team partecipanti coprono un’ampia serie di discipline scientifiche nel campo della viticoltura (per es. genetica e selezione della vite, fisiologia, ecologia, epidemiologia, patologia) e presentano competenze tecniche in statistica, fenotipizzazione, database, modellizzazione, DSS e sviluppo di dispositivi di monitoraggio. I partenariati sono, all’incirca, metà pubblici e metà privati, incluse PMI, una grande azienda vinicola e un vivaio cooperativo.



Contatto



Prof. Serge Delrot
Université Victor Segalen Bordeaux 2 - Institut des Sciences de la Vigne et du Vin Bordeaux Aquitaine
210 Chemin de Leysotte, CS 50008
33882 Villenave d’Ornon
Francia
Tel. +33 557 575 900
Sito : www.isvv.univ-bordeauxsegalen.fr

Université Victor Segalen Bordeaux II (UB2)

Competenze

L’università di Bordeaux Segalen (ex Università di Bordeaux 2) è una delle due maggiori università scientifiche di Bordeaux, che si sta unendo con le università di Bordeaux 3  (Lettere), Bordeaux 4 (Giurisprudenza) e altri istituti per formare un’unica entità, l’Università di  Bordeaux. L’università di Bordeaux Segalen (UB2) ha una forte tradizione in neuroscienze, ricerca oncologica e medicina, fisiologia vegetale e viticoltura/enologia. Ospita anche l’Institut des Sciences de la Vigne et du Vin (Istituto delle Scienze Vitivinicole, ISVV), una struttura che riunisce un’ampia serie di competenze sulla viticoltura e l’enologia, dai mercati vinicoli all’analisi sensoriale della genomica e dell’ecofisiologia viticole, attraverso la chimica e la microbiologia vinicole. L’ISVV, che conta oltre 200 collaboratori, sviluppa attività di ricerca, insegnamento (tramite la facoltà di enologia) e trasferimento di tecnologie nel campo della viticoltura e dell’enologia.

Ruolo

Con il Prof. Serge Delrot, l’UB2 coordinerà il WP1 di InnoVine (adattamento della vite al cambiamento climatico). In stretta collaborazione con il personale del laboratorio di ricerca dell’INRA “Ecofisiologia e Genomica Funzionale Viticole”, guidato dal Prof. S. Delrot, e con gli altri partner del WP1, l’UB2 contribuirà alla modellizzazione della qualità rispetto alle condizioni ambientali e alla fenotipizzazione della fisiologia della vite e del contenuto delle bacche, al fine di ottimizzare la qualità delle bacche in campo  (WP1) e di selezionare materiale genetico che si adatta meglio (WP3). L’UB2 parteciperà anche alle attività di diffusione e comunicazione di (WP6).

Responsabili partecipanti


Il Prof. Serge Delrot (leader del WP1) è un fisiologo vegetale e molecolare. E’ direttore scientifico dell’Institut des Sciences de la Vigne et du Vin di Bordeaux e  direttore del laboratorio di ricerca “Ecofisiologia e Genomica Funzionale Viticole” (EGFV) creato congiuntamente dall’INRA e l’UB2 nel 2007. Dirige studi sui fattori determinanti nella composizione delle bacche usando approcci multidisciplinari: ecofisiologia, fisiologia molecolare e genomica funzionale, genetica e biochimica. E’ stato il presidente di COST Action 858 sulla viticoltura (2003-2009) ed è attivamente impegnato nel coordinamento internazionale di ricerche sulla vite (www.vitaceae.org).

Risorse materiali

Tramite il laboratorio EGFV, l’UB2, insieme all’INRA, ha fatto strada nello sviluppo della modellizzazione dello sviluppo della vite e delle bacche, abbinando esperimenti di simulazione e di situazione reale in campo. L’università ospita una piattaforma di genomica funzionale provvista di attrezzature di altissimo livello per sequenziamento ad alta densità, trascrittomica, proteomica e metabolomica. L’EGFV conduce prove in campo consacrate allo studio delle conseguenze del cambiamento climatico su 52 genotipi e gestisce una piattaforma di stress idrico, che controlla precisamente le condizioni idriche di 150 genotipi di vite, permettendo l’analisi QTL della tolleranza allo stress idrico. L’EGFV possiede le competenze e le strutture per l’analisi di zuccheri, aminoacidi e flavonoidi, per la fenotipizzazione della vite (condizioni idriche, scambi gassosi, crescita, qualità delle bacche) ed inoltre sviluppa approcci con la biologia molecolare e la genomica funzionale.

 
 
European Union
Innovine Innovine è un progetto collaborativo europeo che ha ricevuto finanziamenti dal Settimo programma quadro dell'Unione europea per la ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione con la convenzione di sovvenzione n° 311775.
Note legali - Mappa del sito  - copyright Innovine ©2013